PRONTO? PROGETTO DI MITIGAZIONI AMBIENTALI?

L’ultimo aggiornamento sulla situazione risale allo scorso 8 dicembre. Un sito informativo che sta muto per tre mesi farebbe pensare a scarsa vitalità se non proprio ad un abbandono. Non è così, possiamo assicurare tutti che siamo sul pezzo come sempre, senza alcun cedimento.

Accade che le nostre aspettative, forse un po’ ingenue, devono fare i conti con chi, piaccia o meno, decide fasi e tempi dei processi, cioè, oggi più che mai, Serravalle. Una volta c’era l’Osservatorio Ambientale che aveva il compito di seguire l’avanzamento delle operazioni e, ove necessario e possibile, di intervenire. Si è voluto, però, smontarlo ed eliminare, in modo ancora oggi incomprensibile, una preziosa funzione di informazione, controllo e garanzia con, evidentemente, ripercussioni negative, come in questo caso.

Questi i fatti, per quanto ci è dato conoscere.

La delibera di giunta n° 175, che include anche il progetto migliorativo di mitigazioni ambientali è stata inviata a Serravalle, come affermato dall’assessore di riferimento, entro la fine di dicembre 2018. Questa delibera era destinata a confluire in una convenzione Comune/Serravalle che quest’ultima avrebbe dovuto approntare e inoltrare prima al Ministero dell’Ambiente per l’approvazione conclusiva e successivamente al Ministero delle Infrastrutture per il finanziamento.

Non sappiamo, oggi, a che punto sia questa convenzione, cioè non sappiamo se è stata redatta e se è stata inviata al Ministero oppure no. E, almeno fino al 18 febbraio, non lo sapeva nemmeno l’assessore. Una informazione che, tra Comune e Serravalle, potrebbe essere acquisita con una telefonata e che invece, dopo quasi tre mesi, appare ancora un segreto quasi insondabile. Perché il 18 febbraio? Perché è la data in cui, l’assessore ha interrotto i rapporti che erano stati instaurati, innervosito dalla nostra insistenza, mirata ad ottenere tre cose:

  1. Una risposta alle questioni formalizzate con due lettere, strettamente connesse alla condivisione da parte nostra del progetto definitivo di mitigazioni ambientali.
  2. Informazioni sull’invio al Ministero della convenzione Comune/Serravalle
  3. L’intervento dell’assessore per favorire la presenza, in una assemblea pubblica, del professionista ideatore del progetto, che lo ha poi sviluppato nel dettaglio su incarico di Serravalle. Una assemblea pubblica in cui fossero presenti il CCIRM che ha proposto il progetto, il Comune che lo ha condiviso e il professionista, esperto di paesaggio e forestazione urbana, che avrebbe illustrato il lavoro svolto. Una ipotesi, questa dell’assemblea pubblica così impostata, che fino alla metà di gennaio aveva la condivisione anche dell’assessore.

Poi la retromarcia. Niente più assemblea pubblica, ma una Commissione Territorio “aperta”, giudicata più consona a concludere il mandato. Sarà in questa occasione, come ci è stato detto, che verranno fornite alla cittadinanza le informazioni giudicate utili e importanti.

Attendiamo, quindi, la convocazione della Commissione Territorio.

Da parte nostra confermiamo l’intenzione di organizzare una assemblea pubblica allo scopo di illustrare compiutamente alla cittadinanza i contenuti, nel dettaglio, del progetto migliorativo di mitigazioni ambientali nel comune di Paderno Dugnano.

 A questo punto, però, vista la situazione appena descritta, riteniamo opportuno, per ragioni di completezza di informazione, effettuare l’assemblea dopo che avremo avuto le risposte che aspettiamo dal Comune  dallo scorso novembre, notizie certe sull’accoglimento del progetto da parte del Ministero dell’Ambiente, conferma del finanziamento ad opera del Ministero delle Infrastrutture e, ci auguriamo, un quadro più chiaro sulla evoluzione della situazione con riferimento ai cantieri fermi e le ripercussioni sui tempi di fine lavori dell’autostrada.

Di seguito i link per visualizzare la classificazione delle aree:

Classificazione aree est

Classificazione aree ovest

 

 

 

Un pensiero su “PRONTO? PROGETTO DI MITIGAZIONI AMBIENTALI?

I commenti sono chiusi.