WORLD FORUM ON URBAN FORESTS -MANTOVA 2018. UNA RIFLESSIONE CONCLUSIVA.

Sentirsi tra amici, amici sconosciuti, ma amici. E’ strano, ma è questa la sensazione forte provata frequentando le diverse sezioni del Forum internazionale di Mantova sulla forestazione urbana. Amici sconosciuti, ma legati in modo spontaneo e naturale dall’amore per l’ambiente e la natura e dal desiderio di disegnare città più belle, più pulite e più sane in cui vivere meglio.

Molta gente. Chi, come noi, scelta per portare testimonianze di battaglie locali difficili, vissute con passione e determinazione. Ricercatori, studiosi, docenti ad offrire i risultati del loro lavoro e impegno per l’ambiente. Professionisti chiamati a confrontarsi su ipotesi a volte sperimentali e soluzioni già realizzate. Amministratori pubblici a respirare l’aria di futuro prossimo che, in molte realtà nel mondo, è già presente.

Piccoli progetti, ma anche interventi su vasta scala, curati e realizzati nel corso di molti anni. In Italia, Brasile, Gran Bretagna, Canada, Perù, Svezia, Stati uniti, Australia, Armenia, Messico, India, Colombia, Spagna e in molti altri Paesi.

Forestazione, ma anche parchi urbani. Foreste e sistemi di alberi e arbusti, in grado di autogestirsi e rinnovarsi in modo naturale, senza l’intervento tipico della coltura agricola.

Lungimiranza nella programmazione urbanistica di medio e lungo termine che assegni al paesaggio urbano un ruolo nuovo e più importante.

Grande attenzione alla conservazione del suolo oltre che al recupero e riqualifica delle aree dismesse e trascurate con l’obiettivo di acquisirle a patrimonio verde.

Ed infine il contributo dei cittadini che, in un percorso virtuoso condiviso, contribuiscono con suggerimenti, proposte e azioni concrete ad un disegno complessivo di miglioramento ambientale di realtà degradate trasformando, a volte, brutture e degrado in opportunità di riscatto.

Ecco, la nostra piccola e al tempo stesso grande esperienza locale, Infrastruttura verde, nata per contrastare l’aggressione al territorio attuata da un’autostrada a cielo aperto, dentro la città, si colloca in questo contesto. I cittadini e l’Amministrazione Comunale uniti nella realizzazione di un progetto di forestazione urbana che sia in grado di contrastare e mitigare efficacemente l’impatto e la ferita inferta alla nostra città. Un progetto che, proprio in questi giorni, pare avviato a concludersi positivamente.

 In bocca al lupo Paderno Dugnano!