INFRASTRUTTURA VERDE AL WORLD FORUM ON URBAN FORESTS

Mentre lo sviluppo del progetto integrativo di mitigazioni ambientali a Paderno Dugnano sta subendo insopportabili e inaccettabili ritardi , Infrastruttura verde, l’idea progettuale del CCIRM, sarà presente al WORLD FORUM ON URBAN FORESTS  che si apre oggi a Mantova e che si concluderà  il 1/12.

L’obiettivo di questo primo Forum Mondiale sulle Foreste Urbane è quello di evidenziare esempi positivi di pianificazione, design e approccio alla gestione del patrimonio alberato che diverse città  nel mondo hanno messo in pratica per ottimizzare il contributo che le foreste urbane e le infrastrutture verdi possono fornire alla popolazione urbana in termini di crescita economica sostenibile, conservazione dell’ambiente, coesione sociale e coinvolgimento della cittadinanza”.

L’evento durerà quattro giorni e comprenderà sessioni di conferenza, dibattiti, riunioni, discussioni, tematiche ed eventi di interesse pubblico.

CCIRM poster_90x160 last rev

CONVEGNO MONDIALE SULLA FORESTAZIONE URBANA -Mantova 2018
I CITTADINI  E INFRASTRUTTURA VERDE A PADERNO DUGNANO
Il CCIRM ( Comitato  Cittadini Interramento Rho Monza) ,  si è costituito nel 2008 per opporsi al progetto di riqualifica in autostrada a cielo aperto  della SP 46 Rho Monza , che prevedeva l’attraversamento del centro abitato, a pochi metri da migliaia di abitazioni e da una scuola pubblica elementare e materna. proponendo l’interramento della tratta nel territorio di Paderno Dugnano , al fine di salvaguardare il territorio e la salute. Dopo un’iniziale condivisione del progetto interrato  da parte dei Comuni, del Consiglio provinciale di Milano nel 2011 e del Consiglio Regionale della Lombardia nel 2013,  tutto viene  vanificato , nell’estate del 2013,  dal “decreto del fare” del governo Letta, in vista di EXPO  2015  e del carattere di urgenza che questa manifestazione imponeva.
Il progetto originario di Serravalle a “cielo aperto” viene quindi  approvato nel gennaio 2014. Il Comitato e i cittadini intentano un’azione legale prima al T.A.R. e poi in Consiglio di Stato, perdendo entrambi  i ricorsi.
Il CCIRM a questo punto, persa la lotta per l’interramento, concentra la sua attenzione sulle mitigazioni ambientali previste al termine dei lavori e il progetto di Serravalle, sotto questo profilo, si rivela ancora una volta carente ed inadeguato.  Si decide, quindi, di investire le residue risorse ed energie in questa direzione e viene commissionata a dei professionisti, esperti di forestazione e paesaggio urbano, la ricerca di una soluzione migliorativa. Lo studio Pan Associati di Milano elabora un’idea progettuale denominata “Infrastruttura Verde” che viene presentata in un’assemblea pubblica il 20 giugno 2016. L’idea piace ai cittadini padernesi e il Comune decide di condividerla e di proporla a titolo di compensazione dell’impatto devastante dell’infrastruttura sul territorio. La stessa viene presentata all’Osservatorio Ambientale, organismo di vigilanza del Ministero dell’Ambiente, in data 10/03/2017. L’O.A. esprime opinione favorevole  sull’idea progettuale autorizzando lo sviluppo in dettaglio del progetto e dando così inizio ad un percorso istituzionale   che vede coinvolti il Comune, i cittadini, la società realizzatrice dell’autostrada, il Ministero dell’ambiente e il Ministero della Infrastrutture e che, auspicabilmente, dovrebbe portare “Infrastruttura verde” all’inserimento definitivo nel progetto generale dell’autostrada entro il 2018.

Un pensiero su “INFRASTRUTTURA VERDE AL WORLD FORUM ON URBAN FORESTS

I commenti sono chiusi.