LO SVILUPPO DEL PROGETTO INFRASTRUTTURA VERDE. UN ALTRO PASSAGGIO CONCLUSO.

In apertura del Consiglio Comunale del 28/9, l’assessore Tonello ha fornito alcuni aggiornamenti importanti sulla vicenda delle mitigazioni ambientali  a Paderno Dugnano.

Il giorno 27/9 , ha avuto luogo a Roma un incontro in cui sono state prese alcune decisioni.

  • Serravalle ha avuto l’incarico di trasformare l’idea progettuale di Infrastruttura verde in progetto esecutivo.
  • La superficie di 90.000 mq, destinata originariamente al verde delle mitigazioni ambientali, come previsto nel progetto di Serravalle, è stata incrementata di ulteriori 65.000 mq.
  • E’ stato indicato nei primi mesi del 2018 il termine di presentazione del progetto esecutivo da parte di Serravalle.

Dunque un altro passo avanti importante. Facciamo alcune considerazioni.

La scelta di procedere alla stesura  di un  progetto  complessivo, che includesse anche le aree che presentano, oggi,  criticità di varia natura ( tra cui per esempio la non disponibilità attuale dei terreni di via Rosselli e via Della Quercia e  l’ipotesi della  terza corsia Milano Meda ), non era una cosa scontata. Disporre di un progetto esecutivo completo lascia aperto il discorso, nella ipotesi che non sia possibile realizzare immediatamente tutte le opere previste. Saranno, eventualmente, altri soggetti in futuro ( Comune e Regione)   ad impegnarsi per il completamento.

L’incremento della superficie destinata a verde, dovuto alla implementazione di porzioni d’area nella disponibilità del Comune, è un elemento importante di miglioramento complessivo dell’intervento e rafforzativo dell’idea base contenuta in Infrastruttura verde.

Il termine di consegna del progetto esecutivo previsto per i primi mesi del 2018 genera più di una preoccupazione,  con riferimento alla data prevista di fine lavori della Rho Monza che, secondo il cronoprogramma conosciuto di Serravalle, è fissato per luglio 2018. Su questo punto sono indispensabili chiarimenti e assicurazioni che non mancheremo di richiedere nelle sedi opportune.

Resta ancora un’incognita la nomina del professionista incaricato della redazione del progetto, Dipenderà, pare, dalle scelte che Serravalle farà. E’ evidente, come abbiamo già avuto modo di dire più volte in precedenza, che sarebbe auspicabile, per non dire necessario, il coinvolgimento di chi Infrastruttura verde  ha ideato. L‘Osservatorio Ambientale  conosce perfettamente il nostro punto di vista su questo argomento e riteniamo che, oggettivamente, non si possa che concordare.  Vedremo quali saranno le decisioni che verranno prese a questo riguardo.

Nessun accenno, infine,  è stato fatto dall’assessore Tonello all’aspetto economico  e al finanziamento dell’intervento. Dobbiamo supporre, quindi, che valgano ancora le ipotesi avanzate in incontri precedenti dal MIT e cioè l’utilizzo di fondi provenienti da economie di spesa relative ai lavori della Rho-Monza.

Auspichiamo che, prima della definitiva approvazione del progetto, l’Osservatorio Ambientale, che ha manifestato finora sensibilità e attenzione, voglia dar vita nuovamente ad un momento di coinvolgimento dei cittadini che sono impegnati da molti anni in questa vicenda.

30/9/2017

Un pensiero su “LO SVILUPPO DEL PROGETTO INFRASTRUTTURA VERDE. UN ALTRO PASSAGGIO CONCLUSO.

I commenti sono chiusi.